"Sono sicuro farete la scelta giusta"

(Kofi Annan, Segretario Generale delle Nazioni Unite, World Economic Forum, 31 gennaio 1999, Davos)

 

In linea con la sua natura multi-stakeholder, che tende a valorizzare l'interattività e la condivisione delle esperienze tra gli aderenti, il Global Compact ha la struttura di network aperto alla partecipazione di differenti attori. Al Global Compact possono aderire: imprese, organizzazioni imprenditoriali, sindacati, organizzazioni della società civile, enti pubblici, istituzioni del mondo accademico, centri di ricerca, ecc. Ciascun portatore di interessi è in grado al tempo stesso di portare un suo specifico contributo al Global Compact e di assumere di volta in volta un ruolo di partner chiave delle imprese nella promozione della sostenibilità.

  • I governi forniscono l'essenziale legittimazione dei principi del Global Compact e all'interno del proprio paese possono supportare i network locali ed incoraggiare l'adozione di pratiche responsabili, in armonia con i dieci principi.
  • Le organizzazioni sindacali possono da un lato concorrere alla definizione dei diritti internazionali dei lavoratori e dall'altro partecipare assieme all'Organizzazione Internazionale de Lavoro (ILO) alla verifica della reale attuazione di questi diritti nei diversi Paesi.
  • Le organizzazioni della società civile forniscono le loro competenze e la loro capacità di risoluzione dei problemi. Inoltre, contribuiscono al controllo delle iniziative e alla legittimazione del Global Compact all'interno della società.
  • Le università hanno un ruolo chiave di agenti del cambiamento. Per valorizzare tale ruolo, il Global Compact ha costituito e promosso una piattaforma di Principles for Responsible Management Education, stabilendo un framework per l'azione volontaria della comunità accademica relativamente all'educazione dei future buisiness leaders, intraprendendo azioni di ricerca e di facilitazione del dialogo.
  • E' evidente tuttavia come i principali destinatari dell'iniziativa siano le imprese. La partecipazione al Global Compact è aperta a qualsiasi impresa intenzionata a impegnarsi seriamente nell'implementazione dei dieci principi attraverso le sue operazioni nell'ambito della sua sfera di influenza, e a comunicare sul progresso compiuto rispetto a tale impegno. Possono partecipare tutte le imprese propriamente costituite (nel rispetto della legislazione nazionale) e appartenenti a tutti i settori industriali, a eccezione di quelle implicate nella produzione o vendita di mine anti-uomo, imprese che sono soggette a una sanzione delle Nazioni Unite o che risultano essere inscritte nella UN Procurement "black list" per ragioni etiche.

A causa di impedimenti amministrativi, le imprese con meno di dieci impiegati diretti (micro-imprese) non verranno inserite nel data-base dei partecipanti al Global Compact. Tuttavia, si incoraggiano le micro-imprese a tenersi costantemente informati sulle attività del Global Compact consultando il sito www.unglobalcompact.org e prendendo contatto con il Global Compact Network Italia.

Condividi
Calendario
12 Apr 2017

Si terrà in modalità web, il prossimo 12 aprile dalle ore 10.30 alle ore 12.30 il primo appuntamento del Ciclo di seminari sugli strumenti di rendicontazione UNGC. Il Webinar sarà incentrato: - sugli aspetti tecnici del processo di produzione della Communication on progress – COP; - sulla selezione ed organizzazione dei contenuti del documento di rendicontazione; - sulle modalità di trasmissione del documento all’Ufficio del Global Compact delle Nazioni Unite.
Saranno, infine, condivise e discusse le criticità connesse al lavoro di redazione della COP, al fine di facilitare l'individuazione di possibili soluzioni attraverso il dialogo e il confronto tra i partecipanti.

18 Mag 2017

Il prossimo 18 maggio terrà, a Milano, la seconda edizione del Business&SDGs High Level Meeting, iniziativa promossa dalla Fondazione Global Compact Network Italia per favorire un confronto di altissimo livello, nell’ambito del settore business, su strategie e politiche a supporto dei Sustainable Development Goals (SDGs) delle Nazioni Unite per il 2030. L’incontro aprirà alle ore 10.30 per chiudere alle ore 13.30 sarà ospitato da Edison in Foro Buonaparte, 31.

Fondatori e Partecipanti

bnl

a2a

a2a

enel

deco industrie

sodalitas

acea

Ergo Italia

fondazione sviluppo sostenibile

gruppo generali

bnl

atlantia

unicredit

terna

a2a

edison

pentapolis

telecom italia

fondazione eni enrico mattei

universita ca foscari venezia

a2a

a2a

snam rete gas eni

sofidel

a2a

gse

cariparma

a2a

Ansaldo

bnl

italcementi

a2a

intesa san paolo

a2a

Venice International University

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.