Nel corso del Rio+20 Corporate Sustainability Forum: Innovation and Collaboration for the Future We Want (Rio de Janeiro, 15-18 giugno 2012), organizzato dal Global Compact delle Nazioni Unite in collaborazione con il Segretariato di Rio+20, il Sistema onusiano e il Global Compact Local Network Brasile, il Global Compact Network Italia ha sottoscritto ufficialmente una serie di impegni per dare il suo contributo alla creazione del "Futuro Che Vogliamo".

Gli Impegni

Il Global Compact Network Italia si impegna a promuovere il Global Compact delle Nazioni Unite nel contesto italiano, a facilitare l'implementazione dei (e la rendicontazione su) i Dieci Principi promossi dall'iniziativa nel core business e nella sfera di influenza delle aziende che vi aderiscono e a creare opportunità per la realizzazione di azioni collettive multi-stakeholder.

Obiettivi e Target al 2015

  • Far crescere il numero dei partecipanti al UN Global Compact e al Network Italiano. Target: 300 partecipanti al UNGC – 80 partecipanti al GCNI;
  • Definire un programma di formazione ad hoc sui Dieci Principi del Global Compact per le aziende e organizzazioni che partecipano all'iniziativa e testarlo almeno una volta;
  • Definire e implementare un meccanismo di peer review delle Comunicazioni Annuali (Communication on Progress – COP) e revisionare attraverso di esso tutte le COP prodotte dalle aziende italiane aderenti al Network;
  • Definire dei criteri comuni di pre-selezione dei fornitori e promuoverli nell'ambito del Network italiano. Target: adozione dei criteri da parte di 20 aziende aderenti al Network;
  • Promuovere l'adozione di commitment e di almeno uno specifico obiettivo a supporto della sfida dell'Accesso all'Energia da parte di almeno 20 aziende e/o organizzazioni aderenti al Network;
  • Promuovere almeno una azione collettiva multi-stakeholder a supporto dei Dieci Principi del UNGC.

Clicca qui per maggiori dettagli.

Condividi
Calendario
06 Giu 2017

Il prossimo 6 giugno si terrà a Rimini, in piazza Cavour presso il Teatro Galli, dalle 9.00 alle 21.00, il Green Social Economy Summit, promosso da The Best Solutions Group a chiusura del Green Social Festival.

La Fondazione Global Compact Network Italia è tra gli enti che patrocinano e sostengono il Summit.

L’evento è la prima “messa in scena” delle visioni e delle buone pratiche del pensare e fare economia civile applicata allo sviluppo sostenibile del Paese.

I protagonisti del Summit saranno gli imprenditori con le loro imprese, le associazioni con i loro maker, gli esponenti economici, culturali, sociali e istituzionali del Paese che con idee e visioni che vale la pena raccontare, diffondere e anticipare, costruiscono un futuro, a partire dall’oggi, con progettualità ed azioni a sostegno di uno sviluppo etico e sostenibile, con pratiche effettive che riguardano l’intraprendenza civile.

Subito dopo l'apertura dei lavori, si terrà una sessione dedicata a "UN GLOBAL NETWORK ITALIA: NAZIONE UNITE, LE PRATICHE NELLA VISIONE GLOBALE DELLA SOSTENIBILITÀ D'IMPRESA", nell'ambito della quale interverrà la Fondazione Global Compact Network Italia.

Per il programma completo del Summit, clicca qui.

>> Link al biglietto elettronico (Eventbride)
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-green-social-economy-summit-34165974349

Fondatori e Partecipanti

telecom italia

intesa san paolo

bnl

a2a

bnl

fondazione eni enrico mattei

a2a

Venice International University

Ergo Italia

unicredit

Ansaldo

sodalitas

a2a

universita ca foscari venezia

bnl

italcementi

fondazione sviluppo sostenibile

a2a

pentapolis

cariparma

gruppo generali

a2a

a2a

a2a

terna

gse

snam rete gas eni

edison

deco industrie

acea

a2a

sofidel

enel

a2a

atlantia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.