Assolutamente no. Il Global Compact stesso si auto-riconosce come iniziativa complementare rispetto ad altre iniziative di carattere volontario e rispetto ad approcci regolamentativi, mediante il suo sostegno alla diffusione di pratiche d'impresa per i diritti umani, per gli standard internazionali sul lavoro, la tutela e protezione dell'ambiente, la lotta alla corruzione. Il Global Compact è un'iniziativa completamente volontaria designata per promuovere il progresso di una buona cittadinanza d'impresa. Molti degli standard esistenti a livello globale fondano i principi del Global Compact e gli obiettivi che lo stesso persegue.
Share

Youtube


"Il valore delle partnership"
Intervista a Daniela Bernacchi, GCNI
Roma, 9 dicembre 2019

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.