Se non visualizzi correttamente questa email clicca qui
Newsletter
Anno 1, Numero 3
novembre - dicembre 2013

Il Network

Il Global Compact Network Italia (GCNI) nasce nel 2002 con lo scopo di contribuire allo sviluppo in Italia del "Patto Globale", iniziativa per la promozione della cultura della cittadinanza d'impresa lanciata, nel 1999, dall'allora Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Il Network opera, a tal fine, come piattaforma di informazione, garantendo supporto e coordinamento alle aziende e alle organizzazioni italiane che decidono di condividere, sostenere ed applicare un insieme di principi universali relativi a diritti umani, lavoroambiente e lotta alla corruzione, contribuendo così alla realizzazione di "un'economia globale più inclusiva e più sostenibile".

Nel giugno 2013, il GCNI si è costituito nella Fondazione Global Compact Network Italia.

Attualmente aderiscono alla Fondazione 27 organizzazioni in qualità di Fondatori o Partecipanti.

NEWS DALLA FONDAZIONE

Communication on Engagement: nuovi impegni di rendicontazione per i non-business participant. Il 31 ottobre 2013, il Global Compact ha introdotto le cosiddette Communication on Engagement (COE) per i non-business participant all’iniziativa. Questo nuovo meccanismo di reporting si propone di fornire a tutti i partecipanti al Global Compact che non siano aziende l'opportunità di impegnarsi più attivamente nell’ambito dell'iniziativa e di operare in più stretta connessione con i business-participant. La COE è, pertanto, un importante strumento per i non-business participant mediante il quale essi potranno esprimere in modo trasparente il loro impegno e comunicare i progressivi avanzamenti nell’implementazione dei Dieci Principi del Global Compact. Nello spirito di un impegno e miglioramento continui, i non-business participant saranno tenuti a divulgare, a beneficio dei loro stakeholder e con frequenza biennale, tutte le attività implementate a sostegno della iniziativa, così come i risultati delle stesse. Per saperne di più, clicca qui

Nuove adesioni alla Fondazione Global Compact Network Italia. Nel mese di settembre quattro nuove aziende hanno aderito alla Fondazione con lo status di “Partecipante”. Esse sono: Auchan S.p.A.Barilla G. e R. Fratelli, K.P.M.G. S.p.A. Sma S.p.A.. Lo scorso 30 ottobre, Il Consiglio Direttivo della Fondazione ha infine approvato l’adesione di ABI – Associazione Bancaria Italiana ed UniCredit come “Membri Fondatori”. La Fondazione dà a queste nuove aziende il suo benvenuto!

"Fondazione Global Compact Network Italia: obiettivi e attività": pubblicazione del materiale. Il 30 ottobre si è tenuto a Milano, presso la sede di FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei, l'incontro "Fondazione Global Compact Network Italia: obiettivi e attività". Il meeting era finalizzato a un approfondimento sul Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC) e a una presentazione della Fondazione Global Compact Network Italia, nata lo scorso giugno, dopo dieci anni di attività del Network Italiano del Global Compact, con lo scopo primario di contribuire allo sviluppo in Italia dell'UNGC. Attraverso le loro testimonianze, cinque tra le aziende che compongono il Direttivo della Fondazione (Edison, Eni, Italcementi, Gruppo Generali, Terna), hanno descritto le possibili modalità di coinvolgimento di Membri e Partecipanti nei programmi e nelle attività della Fondazione e hanno chiarito i benefici e le opportunità derivanti dall'adesione. Hanno assistito all'incontro rappresentanti di numerose aziende di diverse dimensioni e diversi settori produttivi, nonché di organizzazioni no-profit ed enti accademici impegnati sui temi della sostenibilità d'impresa. Per visualizzare la Presentazione dell'UNGC e della Fondazione Global Compact Network Italia, clicca qui

Consiglio Direttivo e Riunione dei Membri della Fondazione: gli esiti. Si sono tenute in 30 ottobre a Milano presso la sede di FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei le riunioni del Consiglio Direttivo e dei Membri della Fondazione Global Compact Network Italia. Durante i due incontri sono state presentate e condivise le linee programmatiche 2014 della Fondazione ed è stato discusso e approvato il suo primo bilancio preventivo. Hanno partecipato alla riunione dei Membri nel ruolo di osservatori anche i rappresentanti delle aziende e organizzazioni Partecipanti alla Fondazione.

Gruppo di Lavoro “Anti-corruzione”: aggiornamento sulle attività. Lo scorso 22 ottobre, si è tenuto a Milano, presso la sede di Intesa Sanpaolo, l’incontro del Gruppo di Lavoro “Anti-corruzione”. Come principale risultato della riunione, è stata prodotta una bozza semi-definitiva della “Matrice sulle aree aziendali a rischio di corruzione” che sarà presentata in versione definitiva nel corso del prossimo incontro previsto per il 29 gennaio. Nel corso dei prossimi mesi, coerentemente con gli obiettivi che il Gruppo di Lavoro si è dato per l’anno 2014, saranno organizzati una serie d’incontri dedicati alla comparazione di practice e best practice nella gestione da parte delle aziende del Gruppo delle aree a rischio corruzione identificate in modo sistematico grazie alla costruzione della Matrice. Per maggiori informazioni sulle attività del Gruppo di Lavoro, contattare: info@globalcompactnetwork.org

“Children’s Rights and Business Principles”: UNICEF Italia, Fondazione GCNI e Save the Children insieme per i diritti dei bambini. Il 28 ottobre 2013, UNICEF Italia, Fondazione Global Compact Network Italia e Save the Children Italia hanno lanciato in Italia i Children’s Rights and Business Principles, 10 principi che invocano un rafforzamento dell’impegno delle aziende nel rispettare e promuovere i diritti dei bambini nei luoghi di lavoro, nei mercati e nelle comunità di riferimento. Per saperne di più, leggi il Comunicato stampa

La Fondazione Global Compact Network Italia è social!


Dal mese di ottobre 2013, il Global Compact Network Italia è tornato ad essere attivo sul social network Twitter. Tramite il suo profilo Twitter, la Fondazione Global Compact Network Italia si propone di:

  • informare sulle proprie attività (programmi, iniziative ed eventi, pubblicazioni, presenza sui media broadcasting, ecc.)
  • presentare le aziende e le organizzazioni che sono Membri Fondatori e Partecipanti della Fondazione
  • informare su nuove adesioni alla Fondazione
  • promuovere i Dieci Principi del Global Compact delle Nazioni Unite
  • informare su notizie ed iniziative del Global Compact delle Nazioni Unite
  • diffondere buone pratiche di sostenibilità e CSR implementate dalle aziende che aderiscono alla Fondazione
  • informare su iniziative sui temi della sostenibilità (programmi, iniziative ed eventi, pubblicazioni, ecc.) promosse dalle  aziende e dalle organizzazioni che sostengono la Fondazione

UNGC Leaders Summit 2013: new resources. Scopri le nuove pubblicazioni del Global Compact delle Nazioni Unite e di altri partner-chiave lanciate in occasione del Leaders Summit 2013 tenutosi a New York il 19-20 settembre 2013, cliccando qui

INIZIATIVE IN PROGRAMMA

Incontro annuale dei Network Europei del Global Compact delle Nazioni Unite. Si terrà a Madrid dal 20 al 22 novembre l’incontro annuale dei Network Europei del Global Compact delle Nazioni Unite. Finalizzato principalmente a identificare soluzioni comuni alle sfide poste dallo sviluppo del Global Compact su scala regionale e globale e dalla definizione e operazionalizzazione dell’Agenda di Sviluppo Post-2015, l’incontro rappresenterà altresì un’importante occasione di scambio di conoscenze, esperienze e informazioni tra i rappresentanti dei Network Locali europei. Per maggiori informazioni sugli incontri annuali dei Network Locali Europei, clicca qui

Gruppo di Lavoro “Reporting”: pianificazione delle attività. Sarà disponibile entro la fine del mese di novembre il piano operativo del Gruppo di Lavoro Reporting per l’anno 2014. Nel corso dell’incontro tenutosi l’8 novembre in collegamento in video-conferenza tra le due sedi dell’ABI– Associazione bancaria italiana (a Roma) e di FEEM – Fondazione Eni Enrico Mattei (a Milano), le aziende e organizzazioni aderenti al Gruppo di Lavoro, dopo un approfondimento sul principio di materialità così come inteso nelle Linee Guida GRI – G4, hanno condotto una riflessione sulle difficoltà implementative del principio stesso. Esse hanno, inoltre, definito le linee di azione del Gruppo nel corso del prossimo anno. Sulla base di quanto condiviso, saranno identificate nelle prossime settimane con maggiore dettaglio le attività specifiche che il Gruppo di Lavoro porterà avanti nel corso del 2014. Per maggiori informazioni sulle attività del Gruppo di Lavoro, contattare info@globalcompactnetwork.org

PILLOLE DAL NETWORK

“RILANCIARE IL SISTEMA ITALIA CON L’INTEGRITÀ NELLA GREEN-ECONOMY”: 15 NOVEMBRE, MILANO.

Transparency International Italia
organizza la conferenza dal titolo “Rilanciare il Sistema Italia con l’Integrità nella Green-Economy” sotto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare. L'evento si terrà il 15 novembre 2013, presso la Camera di Commercio di Milano. La conferenza si inserisce all’interno del progetto triennale di Transparency International Italia “Green Clean Market”, promosso dalla Siemens Integrity System, in collaborazione con il Dipartimento della Funzione Pubblica, e avente lo scopo di prevenire i casi di corruzione e frode nei settori della green economy. Il progetto, giunto al suo ultimo anno, ha analizzato i rischi di corruzione e le best-practice in termini di integrità nei settori delle energie rinnovabili e della mobilità sostenibile ed ha raccolto i maggiori rappresentanti istituzionali, delle imprese e della società civile per la condivisione di linee di indirizzo e l’elaborazione di strumenti anti-corruzione. L’incontro sarà aperto da una tavola rotonda in cui saranno presentate le raccomandazioni frutto dei lavori del progetto. Vi prenderanno parte rappresentanti di diverse istituzioni, tra cui il Dipartimento della Funzione Pubblica e il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare, oltre a esponenti di Unioncamere e delle Associazioni di Categoria. Le sessioni pomeridiane saranno dedicate al confronto tra esperti e rappresentanti di enti e istituzioni per discutere delle buone pratiche emerse dall’attuazione del progetto nelle aree pilota, per affrontare in maniera propositiva le sfide socio-culturali che attendono questo settore e per parlare del ruolo della società civile nel rafforzamento dello stato di diritto e dell’integrità dei mercati.  L’ultima sessione sarà dedicata ad un intervento del Primo Presidente della Regione Lombardia, Piero Bassetti, il quale porrà l’accento sulla sfida della responsabilità nell’innovazione. Scarica la locandina dell’evento

SIF – SUSTAINABILITY INTERNATIONAL FORUM 2013.

 
Il 20 e 21 novembre prossimi si svolgerà a Roma, presso la Casa dell'Architettura, la quinta edizione del "SIF – Sustainability International Forum", che da anni è il punto privilegiato di dialogo e confronto fra aziende, istituzioni, mondo accademico, associazioni, studenti e cittadini: una moderna agorà per riflettere sulle sfide e le tendenze in atto a livello mondiale in tema di sviluppo sostenibile, per analizzare il modo in cui la globalizzazione, la green e blue economy stiano influenzando e orientando l'evoluzione di una crescita economica a misura d'uomo. Il SIF è un'iniziativa promossa da Pentapolis – Associazione per la responsabilità sociale, con la collaborazione della Fondazione Global Compact Network Italia, di The Club of Rome e WWF. Per visualizzare il programma del Forum, clicca qui

GLI STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY 2013.

Il 6-7 novembre 2013 si è tenuta a Rimini la 2° edizione degli Stati Generali della Green Economy nell’ambito di Ecomondo – Key Energy. Il tema centrale: “Un Green New Deal per l’Italia”. In quell’occasione è stata presentata la Roadmap per lo sviluppo della green economy come via d’uscita dalla crisi economica e un Pacchetto di 10 misure per un Green New Deal alla presenza del Ministro Orlando e del Ministro Zanonato, oltre che di rappresentanti di organismi internazionali (OCSE, UNEP, UE) e numerosi esperti del settore. Gli Stati Generali della Green Economy sono un’iniziativa promossa dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e con il Ministero dello Sviluppo Economico. Uno degli “asset” degli Stati Generali della Green Economy è l’innovativo metodo dell’elaborazione partecipata. Gli Stati Generali, attraverso il metodo dell’elaborazione partecipata, rappresentano un’originale costruzione “dal basso” di una strategia di sviluppo della green economy come via d’uscita dalla crisi attraverso il lavoro di più di 350 esperti divisi in 10 gruppi di lavoro e coordinati da Marco Frey, Raimondo Orsini, Gianni Silvestrini, Gian Carlo Muzzarelli, Roberto Morabito, Andrea Barbabella, Roberto Coizet, Walter Facciotto, Gianni Squitieri, Stefano Masini. Tra il 2012 e il 2013 gli Stati Generali hanno consultato 2570 stakeholders - di cui oltre la metà è costituita da rappresentanti di imprese e organizzazioni di imprese - attraverso 10 Assemblee Nazionali, workshop e seminari di approfondimento. Attualmente, il Consiglio Nazionale della Green Economy raccoglie 66 organizzazioni di imprese e rappresenta un interlocutore privilegiato per chi voglia consultare il comparto produttivo della green economy italiana. (Vedi sito: www.statigenerali.org)

GAS TO GO: LA NUOVA APP PRODOTTA DA SNAM.

Integrazione, mobilità, efficienza sono i principi che hanno ispirato nel corso degli ultimi anni la trasformazione dei sistemi informativi Snam. Un profondo cambiamento che ha portato all’adozione di tecnologie che, declinate in particolare nel business di Italgas, la controllata attiva nella distribuzione cittadina del gas naturale, hanno apportato notevoli benefici in termini non solo di costi, ma anche di emissioni, risparmio di carta e aumento della produttività. Italgas gestisce ogni anno oltre 2 milioni di appuntamenti presso gli utenti, 600.000 interventi di manutenzione, 100.000 interventi in reperibilità. Un impegno che richiede grande efficienza nella programmazione, ottimizzazione delle risorse, continuo miglioramento della qualità del servizio. Il programma Workforce Management, avviato nel 2007, ha dato un forte impulso allo sviluppo di progetti innovativi che, sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, hanno cambiato il modo di operare dei tecnici Italgas. Un processo virtuoso che ha avuto un ulteriore impulso con Gas to Go, un’applicazione progettata e sviluppata dall’ICT di Snam che si integra alla perfezione con sistemi e banche dati aziendali e che, attraverso l'adozione graduale di 1.300 iPad di Apple in dotazione a tecnici e operai, ha apportato numerose esternalità positive come il risparmio di almeno 5 tonnellate di carta e dei 12.500 kwh necessari per produrla; la riduzione dei chilometri percorsi giornalmente (-30% in due anni) e la conseguente riduzione delle emissioni di CO2; l’aumento della produttività del 100% in poco più di due anni; la riduzione dei tempi di consuntivazione dei lavori, da 20 giorni nel 2007 a 0,1 giorni nel 2013; la riduzione dei margini d’errore dovuti a imprecisioni di trascrizione e l’attivazione di corsi di formazione a distanza utili a ridurre gli spostamenti dei dipendenti.

ON-LINE IL RAPPORTO SOCIALE DI FONDAZIONE SODALITAS.

Si intitola “Il valore della Responsabilità” ed è il nuovo Rapporto Sociale di Fondazione Sodalitas, ora consultabile all'indirizzo www.sodalitasreport.it. Nel documento sono descritti i risultati delle iniziative sviluppate dalla Fondazione nel corso dell'ultimo anno grazie al coinvolgimento delle 93 imprese italiane che vi aderiscono, e che investono nella sostenibilità risorse annuali pari a 800 milioni di euro.“Anche nel 2012 Fondazione Sodalitas ha cercato di essere un punto di riferimento per le imprese che avvertono questa responsabilità verso la comunità, il territorio e i bisogni delle persone” – ha dichiarato Diana Bracco, Presidente di Fondazione Sodalitas - “Ben 14 nuove imprese si sono unite alla nostra Fondazione nel 2012, a conferma che, pur in un momento difficile per il Paese, le aziende più lungimiranti confermano l’impegno di lungo periodo orientato alla Sostenibilità e alla Responsabilità sociale”. È infatti grazie alle imprese oggi aderenti alla Fondazione e ai manager volontari che vi operano che Fondazione Sodalitas ha potuto sviluppare una molteplicità di iniziative legate dall’obiettivo comune costruire un futuro più sostenibile. L'impegno che Fondazione Sodalitas ha portato avanti nell'ultimo anno ha ottenuto il riconoscimento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano - che il 15 maggio 2012 ha ricevuto in udienza privata la Presidente Diana Bracco e 30 top manager in rappresentanza delle imprese che aderiscono a Fondazione Sodalitas – e della Commissione Europea, che scelto la Fondazione come partner italiano della prima edizione dello European CSR Award. Il Premio, ideato per dare visibilità alle migliori partnership impresa-stakeholder d'Europa, è stato promosso in 30 Paesi e ha visto la partecipazione di 750 aziende.

Fondatori e Partecipanti
 
 

Per maggiori informazioni sulla Fondazione Global Compact Network italia visita il sito www.globalcompactnewtwork.org o scrivi a info@globalcompactnetwork.org

Se non vuoi ricevere più comunicazioni dalla Fondazione Global Compact Network Italia manda una email con scritto CANCELLAMI ainfo@globalcompactnetwork.org