Se non visualizzi correttamente questa email clicca qui
Newsletter
Anno 2, Numero 8
settembre - ottobre 2014

Il Network

Il Global Compact Network Italia (GCNI) nasce nel 2002 con lo scopo di contribuire allo sviluppo in Italia del "Patto Globale", iniziativa per la promozione della cultura della cittadinanza d'impresa lanciata, nel 1999, dall'allora Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Il Network opera, a tal fine, come piattaforma di informazione, garantendo supporto e coordinamento alle aziende e alle organizzazioni italiane che decidono di condividere, sostenere ed applicare un insieme di principi universali relativi a diritti umani, lavoro, ambiente e lotta alla corruzione, contribuendo così alla realizzazione di "un'economia globale più inclusiva e più sostenibile".

Nel giugno 2013, il GCNI si è costituito nella Fondazione Global Compact Network Italia.

Attualmente aderiscono alla Fondazione 38 organizzazioni in qualità di Fondatori o Partecipanti.

NEWS DALLA FONDAZIONE

Verso la definizione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. A Rio+20 - Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile – i paesi hanno deciso di istituire un processo intergovernativo per lo sviluppo di una serie di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) "orientati all’azione, concisi e facili da comunicare" a supporto e guida nell'attuazione dello sviluppo sostenibile. Nel luglio 2014, dopo 18 mesi di duro lavoro, l’Open Working Group incaricato di preparare una proposta sugli SDGs da sottoporre all’esame dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha prodotto il suo report finale contenente una proposta articolata in 17 obiettivi (goal). Ogni obiettivo proposto, è accompagnato da una serie di target destinati a misurare i progressi verso il raggiungimento dei relativi goal. Il documento di output dell’Open Working Group è scaricabile qui

Call for Nominations 2015: Women's Empowerment Principles (WEPs) CEO Leadership Awards. I Women's Empowerment Principles (WEPs) CEO Leadership Awards vengono assegnati, ogni anno, ad imprenditori che si siano distinti per un eccezionale impegno nel campo della parità di genere e per azioni concrete ed innovative finalizzate alla promozione dei Women Empowerment Principles (WEPs), soprattutto con riferimento al Principio 1: la Leadership promuove l’uguaglianza di genere (Leadership Promotes Gender Equality). I destinatari del premio avranno l’opportunità di descrivere il loro impegno e presentare la propria esperienza in occasione della cerimonia che si terrà a marzo 2015 nell’ambito del WEPs Annual Event. Per saperne di più sull’iniziativa e per presentare una candidatura, cliccare qui

La deadline per la presentazione delle candidature è fissata al 14 novembre 2014.

Agenda Post 2015: il dibattito sugli SDGs e il ruolo dell’Europa e dell’Italia per un futuro di Sviluppo EC(QU)Osostenibile. Martedì 9 settembre si è tenuta presso la sede del Parlamento Europeo a Roma una giornata di consultazione sul tema dell’Agenda Post 2015, promossa da CONCORD Italia e GCAP, la coalizione contro la povertà. L’incontro ha avuto l’obiettivo di riflettere sul ruolo che rivestono l’Europa e l’Italia – soprattutto in occasione del Semestre Europeo di presidenza – nel percorso di definizione di un futuro equo-sostenibile a partire dal 2015. Se da un lato lo sforzo di Open Working Group (OWG) – il Gruppo di Lavoro delle Nazioni Unite dedicato a stilare il framework contenente i futuri SDGs - è stato quello di definire le aree prioritarie e gli Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile, dall’altro sarà compito delle istituzioni, della società civile e del settore privato individuare le pratiche per portarli a compimento. Quest’ultimo in particolare è chiamato, nel prossimo quindicennio, a ripensare al proprio ruolo e a ridefinire il proprio modello di business, in un’ottica sempre più “circolare” e collaborativa. Tra i punti più dibattuti sono state alcune criticità che caratterizzano il Documento presentato ad oggi da OWG, che a molti sembra avere un carattere enciclopedico, di elencazione delle tematiche critiche, mancando l’obiettivo di costruire una “grammatica comune” che sappia definire le reali priorità per un futuro di sviluppo sostenibile. Per questo si è sottolineata l’importanza di continuare il lavoro di discussione e integrazione quanto più possibile. In rappresentanza della Fondazione GCNI ha partecipato la sua Vice-Presidente Sabina Ratti, che ha ricordato la centralità dell’azione del settore privato in un processo in cui non si è più alla ricerca di principi, ma di soluzioni concrete. Gli strumenti da mettere in atto sono sicuramente la collaborazione, ma anche la misurazione e il monitoraggio delle pratiche attuate, per avviare un nuovo percorso fatto di risultati concreti e di continuo miglioramento.

Il Gruppo Sofidel diventa Partner della TenP - Sustainable Supply Chain Self-Assessment Platform. Nel mese di settembre il Gruppo Sofidel, che è fra i principali produttori mondiali di carta per uso igienico e domestico, nonché membro “Fondatore Promotore” della Fondazione Global Compact Network Italia (Fondazione GCNI), ha aderito al progetto sviluppato nell’ambito del Gruppo di Lavoro “Sustainable Supply - Chain” della Fondazione GCNI divenendo così Azienda Partner della Piattaforma TenP - Sustainable Supply Chain Self-Assessment Platform. La Piattaforma TenP è lo strumento creato dalla Fondazione con il supporto di A2A, Acea, Ansaldo STS, Edison, Eni, Italcementi Group, Nestlé Italiana, per sostenere le imprese aderenti nella raccolta di informazioni sulle performance di sostenibilità delle loro aziende fornitrici, con l'obiettivo di usarle per identificare sfide e soluzioni comuni per migliorare la sostenibilità all'interno della loro catena di fornitura. E’ stata costruita avendo come riferimento i Dieci Principi del Global Compact delle Nazioni Unite e tenendo in considerazione gli standard e le convenzioni internazionali in materia di sostenibilità aziendale più rilevanti. La Fondazione dà, quindi, il suo benvenuto a Sofidel fra i Partner del Progetto TenP!

X Forum Politeia "What is the Purpose of the Corporation?" (3 ottobre, Milano). Il X Forum di Politeia su "Business Ethics and CSR in a Global Economy" si terrà a Milano, presso la Fondazione Eni Enrico Mattei, venerdì 3 ottobre 2014 (dalle ore 9.00 alle ore 13.30). Il Convegno, organizzato da Politeia in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano, la IESEG School of Business dell’Università Cattolica di Lille, e grazie al sostegno di un gruppo di Enti Promotori, affronterà il tema "Back to Basics: What is the Purpose of the Corporation?". Il Keynote Speech sarà tenuto da R. Edward Freeman (University of Virginia), internazionalmente riconosciuto come fondatore della Stakeholder Theory e tra i maggiori studiosi di Business Ethics. Il convegno vedrà, inoltre, la partecipazione come relatori di studiosi provenienti da alcuni dei più qualificati centri di ricerca internazionali e di rappresentanti del mondo delle imprese. Enti promotori dell’iniziativa sono: Bombardier, Edison, Eni, Terna, UniCredit. L’evento è organizzato con il Patrocinio di Fondazione Global Compact Network Italia e Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Per maggiori informazioni, clicca qui

INIZIATIVE IN PROGRAMMA

Workshop “Capitale naturale: contabilità e responsabilità degli attori” (5 novembre, Rimini). La Fondazione Global Compact Network Italia co-organizzerà un Workshop sul tema “Capitale naturale: contabilità e responsabilità degli attori” nell’ambito della prima delle due giornate in cui si articoleranno gli Stati Generali della Green Economy in programma per il 5 e 6 novembre a Rimini. L’evento rappresenta una delle sessioni tematiche che quest'anno caratterizzeranno gli Stati Generali. Nelle prossime settimane, verrà predisposto un documento introduttivo elaborato dai Gruppi di Lavoro del Consiglio Nazionale della Green Economy competenti per tematica: il Gruppo coordinato da Marco Frey su “finanza e credito sostenibili per una green economy” e il Gruppo coordinato da Roberto Coizet su “servizi eco-sistemici”, che sarà poi oggetto di discussione e condivisione. Al Workshop, è prevista la partecipazione di quattro categorie di soggetti: gli studiosi di servizi ecosistemi, gli economisti (in particolare d’impresa) che si stanno occupando di contabilità e di valorizzazione economica della biodiversità e dei servizi eco-sistemici (BES), le imprese e le organizzazioni che stanno sperimentando pratiche innovative in questo ambito, le istituzioni coinvolte in questi processi. La Fondazione Global Compact Network Italia si occuperà di coinvolgere nel dibattito le organizzazioni aderenti e quelle attive nel Gruppo di Lavoro su “finanza e credito sostenibili”.

Ciclo di webinar sugli strumenti di rendicontazione promossi dal Global Compact delle Nazioni Unite. Prenderà avvio nel mese di ottobre il ciclo di webinar sugli strumenti di rendicontazione promossi dal Global Compact delle Nazioni Unite. Il primo appuntamento, fissato per giovedì 23 ottobre dalle ore 10.00 alle ore 12.00, sarà incentrato sugli aspetti tecnici legati alla produzione delle Communication on Progress (COP) e alle modalità di condivisione delle stesse con gli stakeholder dell’azienda. L’incontro sarà dedicato ad aziende che non hanno un’esperienza consolidata nella produzione di documenti di rendicontazione di sostenibilità. Saranno organizzati nei mesi successivi due ulteriori incontri, il primo focalizzato sulle Communication on Engagement (COE), il secondo di approfondimento sui criteri di qualificazione delle COP come Advanced. La partecipazione ai webinar è aperta, previa registrazione, a tutte le aziende e organizzazioni italiane aderenti al Global Compact delle Nazioni Unite ed è gratuita. Per maggiori informazioni, scrivere a: info@globalcompactnetwork.org

Gruppo di Lavoro "Anti-Corruption": aggiornamento sulle attività. Si terrà giovedì 18 settembre, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, un nuovo incontro del Gruppo di Lavoro “Anti-Corruption” della Fondazione Global Compact Network Italia. La riunione si realizzerà in modalità di web-meeting al fine di facilitare la partecipazione delle organizzazioni coinvolte nelle attività. Terminata la prima fase del percorso di approfondimento tematico (focalizzata su “politiche e procedure aziendali di gestione degli agenti, consulenti e intermediari”), il Gruppo di Lavoro si appresta ad avviare una nuova fase di analisi comparativa incentrata su “politiche e procedure aziendali per la concessione di omaggi e le spese di rappresentanza o ospitalità, inclusa organizzazione o promozione di viaggi a terzi”. All’ordine del giorno, le testimonianze aziendali sul tema di ABB, Eni e Siemens. La rilevanza di entrambe i primi due temi selezionati dal Gruppo è stata messa in evidenza dalla “Matrice aree di rischio aziendali” prodotta dal medesimo durante i primi mesi di attività. Per maggiori informazioni sulle attività del Gruppo di Lavoro “Anti-Corruption”, clicca qui

Incontro dei Network Europei del Global Compact delle Nazioni Unite. Si terrà a Skopje (Macedonia) dal 28 al 30 ottobre l’incontro annuale dei Network Europei del Global Compact delle Nazioni Unite. L’incontro, finalizzato alla condivisione di conoscenze, esperienze e informazioni tra i Network europei, rappresenta una importante occasione di confronto sulle sfide e sulle opportunità connesse alla diffusione e implementazione dei Dieci Principi del Global Compact e dei più ampi obiettivi di sviluppo delle Nazioni Unite al livello regionale.

PILLOLE DAL NETWORK

NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI, 26 SETTEMBRE 2014 – IL BOOKCROSSING DI CA’ FOSCARI

In occasione della Notte Europea dei Ricercatori che si terrà il 26 settembre 2014, Ca’ Foscari sostenibile ha deciso di promuovere l’iniziativa del bookcrossing, e dare così nuova vita a libri che, una volta letti, restano spesso a prendere polvere su qualche scaffale. I libri verranno raccolti in queste settimane tra il personale tecnico, i docenti e i collaboratori dell’Ateneo e durante l’evento saranno “liberati” - ossia distribuiti gratuitamente – invitando tutti alla condivisione della conoscenza e al riutilizzo delle risorse cartacee. Inoltre chiunque potrà partecipare attivamente all'evento e portare durante la serata i propri libri da “liberare”. Ca’ Foscari sostenibile sarà presente alla manifestazione con due punti informativi, uno presso il cortile della sede centrale dell’Ateneo e uno presso la Biblioteca Ca’ Foscari Zattere, e ciascuno ospiterà un angolo per il bookcrossing e darà informazioni sulle politiche ed iniziative di sostenibilità dell’Università. I punti informativi di Ca’ Foscari sostenibile apriranno dalle ore 17 e resteranno aperti al pubblico fino alla fine della manifestazione, che si concluderà con un concerto. Al termine dell’evento i punti di bookcrossing troveranno sistemazione fissa all’interno della sede universitaria di Malcanton Marcorà e successivamente anche in tutte le altre sedi di dipartimento. Per maggiori informazioni, scrivere a sostenibile@unive.it, oppure visitare il sito della manifestazione www.venetonight.it

GLI IMPRENDITORI PER UNA GREEN ECONOMY

Prosegue anche nel 2014 il processo degli Stati Generali della Green Economy, che vedono la loro III edizione, promossi dal Consiglio Nazionale della Green Economy in collaborazione con i Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico. Il Consiglio Nazionale (composto da 66 organizzazioni di imprese) e i 10 Gruppi di lavoro (che raccolgono circa 400 esperti in tutta Italia) sono al lavoro per l’aggiornamento e l’elaborazione della piattaforma di proposte strategico-programmatica che verrà presentata in occasione degli Stati Generali della Green Economy 2014 il 5-6 novembre a Rimini Fiera. Quest’anno gli Stati Generali saranno dedicati al tema “Le imprese per una green economy”. I lavori verranno aperti la mattina del 5 novembre dal Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, e la sessione sarà dedicata ad “Un nuovo progetto europeo di sviluppo per una green economy” con i commenti e le proposte di rappresentanti di istituzioni e organizzazioni europee e internazionali. I lavori proseguiranno nel pomeriggio del 5 novembre attraverso una serie di sessioni tematiche parallele che avranno lo scopo di svolgere un’attività di consultazione degli stakeholder sui focus tematici proposti. I risultati di tale processo di elaborazione partecipata verranno presentati la mattina del 6 novembre in occasione della sessione conclusiva alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi e di numerosi imprenditori della green economy. In occasione della terza edizione degli Stati Generali della Green Economy verrà, inoltre, presentata l’Indagine sugli orientamenti degli imprenditori della green economy (437 imprenditori e manager di impresa rispondenti) condotta nel 2014 dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile in collaborazione con le organizzazioni del Consiglio Nazionale.

EXPERTS FOR SOLUTIONS: FEEM OSPITA IL WORKSHOP “ENERGY POVERTY AND ENERGY ACCESS: GLOBAL CHALLENGES AND GOALS”

Il 10 e l’11 luglio 2014, la Fondazione Eni Enrico Mattei e la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nell’ambito del progetto Laboratorio Expo, in collaborazione con Eni ed Expo 2015, hanno organizzato il workshop “Energy Poverty and Energy Access: Global Challenges and Goals” per stimolare un confronto tra ricerca, settore pubblico e privato, finalizzato a delineare soluzioni concrete in grado di promuovere l’accesso a un’energia sostenibile per tutti. L’evento, tenutosi presso la sede milanese di FEEM, ha riunito importanti personalità e si è sviluppato in due diversi appuntamenti. Nella giornata del 10 luglio gli esperti, sulla base di studi scientifici, hanno fornito una visione d’insieme della questione della povertà energetica nel mondo e dei suoi effetti sulla crescita e sullo sviluppo dei Paesi più poveri. Nel pomeriggio della stessa giornata rappresentanti delle Istituzioni internazionali, delle imprese e delle ONG hanno presentato obiettivi, iniziative e best practice già in atto, al fine di individuare le sfide e le possibili soluzioni derivanti dalla collaborazione di diversi attori coinvolti. Nella seconda giornata i relatori e gli esperti hanno partecipato ad una tavola rotonda a porte chiuse durante la quale si è discusso delle questioni più rilevanti sollevate durante il workshop del giorno precedente con l'obiettivo di individuare una serie di raccomandazioni politiche e suggerimenti per possibili azioni. É in via di realizzazione una pubblicazione tesa a sintetizzare i contributi presentati durante l’evento e fornire “policy recommendation” per istituzioni, imprese e decisori pubblici. La registrazione dell’evento e alcune interviste ai partecipanti sono disponibili al link www.feem.it

DECO INDUSTRIE PROGETTA “SOSTENIBILE” E PARTECIPA AL GREEN RETAIL FORUM & EXPO – 4° EDIZIONE

Il 26 e il 27 giugno 2014 si è tenuto a Milano il Green Retail Forum 2014, sede di incontro tra la Distribuzione e le Aziende che scelgono di coniugare sostenibilità ed efficienza nella produzione di beni di largo consumo in Italia. All’interno dell’evento, si è tenuto un concorso, organizzato dalla Fondazione PLEF (Planet Life Economy Foundation), denominato “Call for innovation” al quale l’azienda DECO INDUSTRIE di Ravenna ha candidato un’ingegnerizzazione sostenibile dal punto di vista ambientale relativa ad imballaggi per detergenti liquidi; in pratica il sistema di packaging presentato comporta un minor inquinamento da CO2, ottenuto tagliando una parte dei processi di filiera della fornitura di settore più tradizionale, e riduce costi e tempi dello smaltimento del materiale da imballo a carico della Distribuzione: il fardello termosaldato sostituisce il cartone nell’imballo secondario e può da ultimo essere eliminato con un sistema di interfalde a incastro e i flaconi, componente dell’imballo primario, sono ottenuti al 100% da plastica riciclata acquistata dal circuito della raccolta differenziata post-consumo del PET. Le soluzioni di packaging sono state valutati da parte terza con uno studio sul ciclo di vita di prodotto Life Cycle Assesment e certificati secondo la norma ISO 14040.

GDF SUEZ ENERGIA ITALIA RICEVE IL TROPHÉE DE LA RESPONSABILITÉ SOCIALE ET ENVIRONNEMENTALE

Lo scorso 17 giugno si è tenuta a Milano l’XI edizione della Cena di Gala della Chambre Française de Commerce et d’Industrie en Italie; nel corso della serata sono state premiate le aziende distintesi nelle relazioni economiche tra Italia e Francia. In presenza dell’Ambasciatore di Francia in Italia Alain Le Roy e di numerose personalità del mondo dell’impresa e delle Istituzioni di entrambi i Paesi, è stato consegnato a GDF SUEZ Energia Italia - per l’impegno nella gestione di progetti CSR - il Premio CSR (Trophée de la Responsabilité Sociale et Environnementale) del Laboratorio CSR franco-Italiano della CFCII. Alla consegna del premio, il coordinatore del Laboratorio CSR franco-Italiano Genséric Cantournet ha dichiarato: “La CFCII e il Laboratorio CSR franco-italiano conferiscono il Premio CSR 2013 a GDF SUEZ Energia Italia per l’impegno profuso nelle numerose attività in materia di responsabilità d’impresa e per l’attenzione ai temi sociali e di sviluppo sostenibile, verso i quali ha dimostrato un approccio concreto e innovativo”. Il Presidente di GDF SUEZ Energia Italia Giuseppe Gatti ha dichiarato: “Il Trophée de la Responsabilité Sociale et Environnementale rappresenta un riconoscimento di particolare pregio per le nostre attività in materia di CSR, che sono in linea con i valori fondanti di impegno e coesione a cui si ispirano tutte le iniziative del Gruppo e che continuano a guidare le attività intraprese nell’anno in corso”. GDF SUEZ è impegnata in azioni di CSR in tutto il mondo, specialmente attraverso la Fondazione d’impresa, e fornisce sostegno a iniziative di solidarietà e di protezione ambientale (tutela della biodiversità e degli ecosistemi, lotta al surriscaldamento climatico, sviluppo della città di domani…). Dal 2010 la Fondazione d’impresa ha sostenuto oltre cento progetti.

LA CAMPAGNA ISTITUZIONALE SOFIDEL 2014 DEDICATA AL PRINCIPIO LESS IS MORE

La campagna istituzionale Sofidel 2014 è dedicata al principio lessis more, che sintetizza in modo efficace il senso complessivo del lavoro svolto da Sofidel per dare il massimo in termini di benessere e valore aggiunto ai propri stakeholder riducendo al minimo gli impatti negativi ambientali e sociali. Dalla produzione alla ricerca, dallo sviluppo al marketing e alle vendite, dall’innovazione alla supply-chain, dagli acquisti all’ambiente, Sofidel ricerca costantemente le soluzioni più innovative e il massimo dell’efficienza per dare “di più” in termini di prodotti, valori e servizi, “con meno” in termini, ad esempio, di consumi energetici o idrici, di produzione di gas climalteranti, di prezzo/costi, di impatti negativi di qualunque genere.

AUCHAN PUBBLICA IL BILANCIO DI SOSTENIBILITA’ 2013

Auchan Italia pubblica il Bilancio di sostenibilità 2013, che rendiconta i risultati raggiunti, relativi a quattro assi di lavoro principali: la Lotta allo spreco, la Convenienza responsabile, il Radicamento al territorio e le Persone al centro. Lotta allo spreco (alimentare, ambientale ed economico) significa agire per diminuire il consumo energetico (-2,4%), idrico (-8%) e ottimizzando i trasporti (-130.000 km percorsi) e la gestione dei rifiuti (73% il tasso di differenziazione), coniugando salute per l’ambiente e i cittadini con maggiore efficienza economica. Agire per evitare sprechi di cibo, collaborando con associazioni non profit per la donazione delle nostre eccedenze (557.000 € il valore dei prodotti donati) e cercando di sensibilizzare i cittadini. Con Convenienza responsabile s’intende la tutela del potere d’acquisto dei nostri clienti, garantendo la possibilità di accedere a un’offerta di prodotti coerente con i principi di una corretta alimentazione, di attenzione verso l’ambiente e di una tracciabilità trasparente. Il Radicamento al territorio si manifesta attraverso la valorizzazione degli attori locali e promuovendone la crescita tramite diverse azioni: collaborazione con le PMI (30% del totale fornitori), partnership con associazioni non profit, sostegno della Fondazione Auchan per la Gioventù, dialogo con le scuole. Per raggiungere questi risultati è necessaria la centralità delle Persone sviluppandone le competenze e le professionalità, tutelandone il benessere e coinvolgendoli nei risultati, anche grazie al piano di azionariato interno (97% di collaboratori azionisti). È anche possibile visualizzare una versione mobile del Bilancio scaricando la app Scan Auchan e fotografando i codici a barre pubblicati sul sito internet. Inoltre, 140.000 clienti Auchan tra i più fedeli hanno ricevuto a luglio in cassa uno speciale scontrino contenente le informazioni per scaricare la app e i codici a barre.

Fondatori e Partecipanti

Per maggiori informazioni sulla Fondazione Global Compact Network italia visita il sito www.globalcompactnewtwork.org o scrivi a info@globalcompactnetwork.org

Se non vuoi ricevere più comunicazioni dalla Fondazione Global Compact Network Italia manda una email con scritto CANCELLAMI ainfo@globalcompactnetwork.org