Se non visualizzi correttamente questa email clicca qui


Newsletter
Anno 4, Numero 20
settembre - ottobre 2016
 

Il prossimo 26 settembre si terrà a Venezia, sull’Isola di San Servolo, l’“Italian Business & SDGs Annual Forum” promosso dalla Fondazione Global Compact Network Italia (Fondazione GCNI) in collaborazione con la VIU – Venice International University e l’Università Ca’ Foscari di Venezia e con il sostegno di FriulAdria ed Edison SpA.

Il Forum riunirà aziende di tutte le dimensioni, provenienti da vari settori produttivi purchè impegnate, o intenzionate a farlo, nell’implementazione dell’Agenda per il 2030 delle Nazioni Unite. Parteciperanno, inoltre, rappresentanti delle Istituzioni, della società civile, di enti accademici e di ricerca.

L'incontro è concepito come importante occasione per un confronto multi-stakeholder sul ruolo che il settore privato è chiamato a giocare a supporto del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) delle Nazioni Unite per il 2030. Il focus sarà approfondito mediante l’identificazione e la condivisione di: esperienze e conoscenze, questioni d’interesse, argomenti di discussione, esigenze di approfondimento, indirizzi progettuali.

Sulla base degli esiti dell’iniziativa, la Fondazione GCNI definirà un piano di attività a supporto delle imprese che vorranno impegnarsi dando il proprio contributo al raggiungimento degli SDGs.

Di recente, il Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE) ha auspicato che l’Europa ed il settore imprenditoriale europeo possano giocare un ruolo di leadership globale nella strategia di implementazione degli SDGs. In occasione di un incontro tenutosi a Bruxelles lo scorso maggio, George Dassis - Presidente del CESE, ha affermato: "Gli SDGs devono essere attuati subito, tradotti in nuovi modelli di business, per raggiungere una situazione win-win, a beneficio delle condizioni di vita e di lavoro delle persone e delle imprese".

In quest’ottica, il Forum di settembre adotta una metodologia di lavoro innovativa (Open Space Technology) che consente una consultazione estensiva sui bisogni delle imprese impegnate al livello nazionale sulla sostenibilità nell’era SDGs, nonché l’occasione per avviare nuove collaborazioni e partnership tra i partecipanti al Forum.

 

Per maggiori informazioni, si prega di inviare una e-mail a: info@globalcompactnetwork.org

 

I Sustainable Development Goals (SDGs), adottati il 25 settembre 2015 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, consistono in 17 obiettivi e 169 sotto-obiettivi di sviluppo internazionale che, complessivamente, definiscono un piano di azione per le persone, il pianeta, la crescita economica e la pace. Gli SDGs indicano le priorità dell’Agenda ONU per il 2030 ed il loro successo richiede una stretta collaborazione tra governi, imprese e società civile.

Il settore privato può giocare un ruolo fondamentale per il raggiungimento di ogni obiettivo, attraverso business model nuovi e responsabili, investimenti, innovazione, tecnologia e l’attivazione di partnership. Gli SDGs si rivolgono a tutte le imprese, di qualsiasi dimensione ed appartenenti a qualsiasi settore produttivo, chiamate a ricercare soluzioni innovative per far fronte alle nuove  sfide dello sviluppo sostenibile.

Nata dall’intuizione di Harrison Owen, l’Open Space Technology è una metodologia che ha rivoluzionato il modo di condurre incontri, conferenze e forum. Il programma dei lavori è costruito con gli stessi partecipanti che poi sono liberi di approfondire ciò che più gli interessa nelle sessioni di parallele. Per saperne di più www.openspaceworld.org

 
PILLOLE DAL NETWORK

FONDAZIONE GLOBAL COMPACT NETWORK ITALIA

Via Cereate, 6 - 00183 Roma
info@globalcompactnetwork.org
www.globalcompactnetwork.org