SDG13

  • Business for Future: scegli una Climate Action in linea con gli obiettivi di Parigi

    I «Science Based Target» mostrano alle aziende quanto e quanto velocemente hanno bisogno di ridurre le loro emissioni di gas serra (GHGs) per prevenire i peggiori effetti del cambiamento climatico. La loro adozione permette agli attori business di ottenere un vantaggio competitivo nella transizione verso un’economia Carbon Neutral, stimolando l’adozione di tecnologie e processi innovativi, una gestione efficace del rischio climatico, la fiducia degli investitori, dei clienti e lavoratori, delle comunità.

    I «Science Based Target» sono obiettivi di riduzione delle emissioni GHGs la cui ambizione è in linea con il livello di decarbonizzazione richiesto per mantenere l'aumento della temperatura globale al di sotto dei 1.5°C, come stabilito dall'Accordo sul Clima di Parigi del 2015.

    L'iniziativa Science Based Target è nata proprio con l’intento di guidare le aziende nella definizione di obiettivi ambiziosi di mitigazione del cambiamento climatico per garantire che la propria Climate Action sia in linea con gli obiettivi scientifici.

  • Climate Series | Net-Zero Economy: dalla normativa alle nuove pratiche

    Il percorso di approfondimento “Climate Series”, promosso dal Global Compact Network Italia in collaborazione con Carbonsink, prenderà avvio l’11 febbraio alle ore 11.00 con il primo webinar, rivolto sia agli aderenti all’UN Global Compact sia a realtà esterne interessate al tema.

    L’appuntamento è pensato per esplorare il ruolo delle imprese nell’attuazione degli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi sul clima e dell’SDG 13 indicato dall’Agenda 2030, attraverso la riduzionedelle proprie emissioni dirette e indirette. Il cambiamento climatico e la conseguente distruzione degli ecosistemi, infatti, pongono il Pianeta di fronte al grande rischio di un collasso ambientale, con enormi conseguenze negative anche sulle società e sull’economia mondiale. Non c’è, quindi, più tempo da perdere per fermare il surriscaldamento globale e favorire sensibilmente la resilienza climatica.

    Il focus del primo webinar sarà sulla Tassonomia e sul Task Force on Climate-related Financial Disclosures (TCFD) Reporting, importanti strumenti introdotti dall’Unione Europea per raggiungere gli obiettivi ambiziosi di riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030, migliorando la trasparenza e l’accountability del settore privato nel loro percorso sul clima.

    Oltre a presentare i due strumenti, durante il web-meeting verranno presentati dei casi aziendali italiani di applicazione pratica particolarmente virtuosi.

    » PROGRAMMA

    È possibile registrarsi all’evento, cliccando su questo link

    Per maggiori informazioni è possibile contattare Laura Capolongo, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.